Crea sito

Tessuto connettivo

Il connettivo è un "tessuto di supporto", con la funzione di dare struttura e supporto ai diversi tessuti che formano gli organi, connettendoli, proteggendoli, sostenendoli e nutrendoli. 

Il tessuto connettivo è costituito da cellule e da una abbondante sostanza extracellulare - la matrice
Le cellule del tessuto connettivo non sono addossate le une alle altre in lamine, cordoni o ammassi, come negli epiteli, ma sono immerse nella matrice extracellulare (nella maggior parte dei casi da loro stesse prodotta). 

La matrice extracellulare

La matrice è a sua volta formata da una parte strutturale costituita da fibre proteiche e da una sostanza amorfa o sostanza fondamentale.

 Le fibre (collagene, reticolari, elastiche) sono formate da collagene ed altri tipi di proteine fibrillari, che conferiscono resistenza ed elasticità al tessuto. 

La sostanza amorfa è formata da proteoglicani, ovvero proteine a cui sono legate lunghe catene di zuccheri, e da altre molecole come l'acido ialuronico (glicosaminoglicani), tutte in grado di assorbire elevate quantità d'acqua, che rende il connettivo incomprimibile.

Il tipo e la quantità delle fibre e della sostanza amorfa varia notevolmente nei diversi tipi di connettivo, a seconda delle funzioni proprie del tessuto e dell’età dell’individuo. Nelle persone anziane la formazione delle rughe sulla pelle è determinata dalla diminuzione del grado di idratazione del derma (costituito da tessuto connettivo). 

proteoglicani ESCAPE='HTML'

I proteoglicani sono molecole di dimensioni gigantesche, formate dall’unione di lunghe catene di glicosamino-glicani e polipeptidi, sono paragonabili a “spugne” in grado di trattenere notevoli quantità di acqua

Le cellule del connettivo

Nei tessuti connettivi si trovano numerosi tipi di cellule, che svolgono funzioni diverse in relazione alla natura del tessuto a cui appartengono e alla posizione che questo assume nell'organismo.

Si distinguono:

cellule che producono e mantengono la matrice (fibroblasti, condroblasti, osteoblasti, cementoblasti, odontoblasti),
cellule deputate alla difesa dell'organismo (macrofagi, mastociti, monociti, linfociti, plasmacellule)
- cellule deputate a funzioni speciali, come gli adipociti del tessuto adiposo, che accumulano grassi come riserva energetica del corpo.

Le cellule che producono la matrice e alcuni macrofagi passano tutta la loro vita all'interno del tessuto connettivo, mentre molte cellule difensive raggiungono il tessuto connettivo migrando dalla circolazione sanguigna nel corso dei processi infiammatori.

Tipi di connettivo

Si distinguono diverse tipologie di tessuto connettivo:

tessuto connettivo lasso

tessuto connettivo denso

tessuto adiposo

tessuto cartilagineo

tessuto osseo 

sangue e linfa (tessuti liquidi)

tipi di tessuto connettivo ESCAPE='HTML'

classificazione dei connettivi